mercoledì 27 dicembre 2017

Inavvertitamente



Quando tutto tace
Anche la parte più sfrontata
Ascolta la voce del silenzio
Che inavvertitamente
Sfiora le corde del cuore
 
Continua il dispiacere
Toglie il fiato
Scuote l’impalcatura esposta alle intemperie
Né l’acqua - né la neve
Cancelleranno le impronte
Di chi ha calpestato l’anima

Soffre l’inadeguato - il falso perbenista
Vorrebbe urlare ciò che non è chiaro
Ma non può
No - non può
Nonostante la convinzione
Di un diritto incorporeo
Che non ferisca l’idea né le parole
 

lunedì 27 novembre 2017

A un Amico plurilaureato



Caro Andrea,
È piuttosto gratificante per tutti noi esprimere a Te e alla Tua                                                    Famiglia le più fervide congratulazioni per la laurea appena conseguita e così caparbiamente voluta.

In questa occasione  noi tutti siamo deliziati dalla tua presenza, dalla tua Umanità e dalla tua amicizia.

Nulla può impedire a questa tranquilla stagione di proseguire e noi, con altrettanta stima, brinderemo ai risultati futuri, che sicuramente giungeranno.

 Gli elogi sono molti e tutti sinceri, ma oggi c’è un altro evento non meno importante da ricordare; due mondi apparentemente in contrasto, eppure così uniti e vincolati fra loro: studio ed età.  

Bene, quest’ultima serve solo per informare questo sciocco mondo che Andrea ha raggiunto i suoi primi settant’anni.

Anche se è risaputo che l’età anagrafica, il più delle volte, non coincide con l’età del cuore, e di questo abbiamo piena notizia. Tutti noi diamo alla vita la debita attenzione, senza trascurare la parte più spirituale del nostro essere. Le nostre frequentazioni e relative chiacchierate si rivestono principalmente di un interesse buono e sensato, facendo sempre affidamento al presente, a ciò che stiamo vivendo, senza mai trascurare gli affetti più intimi.

Amico caro, nel congratularci ancora con te, nel formularti gli Auguri più sentiti, nell’auspicarti una lunga vita, confidiamo  ancora in cose eminenti per il futuro, che siamo certi arriveranno puntualmente.

Per ora ti facciamo avvolgere dal sincero affetto di tutti gli amici, qui riuniti e non…
Ti vogliamo un mondo di bene



Roma, 25 novembre 2017

 





martedì 21 novembre 2017

Vi penso






In mezzo alle stelle
Non distanti dalla magia della luna
Vi penso
Affido le parole al vento
Parole che – se avessero risposta
Quieterei l’ansia che mi opprime
Seminando dogmi al creato

 


lunedì 20 novembre 2017

Fantasie autunnali





Sei stato qui - un po’ assopito
Ma pur sempre con me
Dentro questo pensiero
Ornamento prezioso
Per questo cuore protetto

I fiori di cui io mi valgo
Sono i tuoi preferiti
Anche fuori stagione provo a coltivarli
Restano a lungo – fantasie autunnali


Osservale
Così - come gli ultimi boccioli recisi
Incontrano il mio sguardo
Le mie attenzioni
Colorando la stanza
Convalidano i colori
Affidandosi al tuo cuore



giovedì 21 settembre 2017

Fiori per voi

 
 
 
 


Non potrei trattenerli…
Amavate troppo i fiori del giardino
Ovunque voi siate
Spero possa raggiungervi il profumo
L’armonia
Il pensiero
E questa semplicità