domenica 18 settembre 2016

Tentata a procedere

 

Dimmi - come passi i tuoi weekend?
Qui è ancora caldo e le giornate scorrono silenziose
Seduta su di una poltroncina di vimini
Osservo le prime foglie cadere
 
 
Sai - accendono sempre questa fantasia
Sia nel sole caldo - sia nella mite stagione
Raggomitolo un po’ pensando alla vita trascorsa
Nel riconoscere quella felicità sempre più distante
Sempre più in disparte

Vorrei iniziarmi ad altre occupazioni
Ma - ahimè - ho poche possibilità
Molto quello che ignoro
E poco quello che realmente posso fare

Ricordo nostalgicamente i giorni in cui ero occupata
Adesso in ogni dove occhieggia la malinconia
Incapace come sono di cogliere il presente
Estrometto un qualsiasi futuro
Finestra chiusa sull’anima

Polverosi ricordi orlano una vita stanca
Profondità che nessuna energia può inabissare
Disegnate sulla sabbia ne mostrano  la delicatezza
Tentata a procedere sempre
Nonostante le difficoltà a seguitare

martedì 6 settembre 2016

Il profilo delle nuvole




Io non so - dove ti raggiungerà il messaggio
Né quando - né da dove si affaccerà alla mente
Né da dove consumi il tuo tempo
Né da dove gli affetti più cari avvicinano la realtà

Per quanto mi riguarda - la calda stagione
Non offusca il profilo delle nuvole
Confido sempre nell’ampio cielo
Nelle generose spighe
Nei profumi che ti assediano
Nei laghi che ti rapiscono
Nelle altre infinite bellezze che ti cingono

Puoi credermi - questa mente è lì

Prontamente rivive gli spazi aperti
Grandemente emozionata
Si mescola alla tua gente
I legami accrescono fra l’aria settembrina
 
Accordami l’affetto
Elemento essenziale
Per superare l’impatto con la notte


giovedì 1 settembre 2016

Avvolta dal silenzio





Sempre con me
Nelle dimensioni più astratte
Assumi una filiforme apparenza
In questa mente che si allontana da tanti
Ma mai da te           

Sai essere presente nelle sensazioni
Nelle paure mi stringo a te
Abbracciando l’aria adiacente
Che prende una forma familiare

Avvolta dal silenzio
Affianca questa solitudine
Che vive al disotto della luna
Tracciandosi – diventa poesia
Impallidendo per questo mio tremare

Ritorna
Ogniqualvolta tu – ricordi il mio sorriso

lunedì 22 agosto 2016

Dall'etere al cuore





Comprendo questo mutismo
Al punto di trascurare l’assenza
Sì - quasi volesse significare
Una segreta conversazione
Con un numero indefinito d’interlocutori
Recettori - cuore - mente
Che da sempre sconfinano nel cercarti
 
Inquisitori sì - per nulla spaventati
Tornano al presente
Riprendendo il volo
Confortandosi nell’inestimabile emozione
Che a tutta velocità si propaga
Dall’etere al cuore

Solo a tratti trema
Annegando a pelo d’acqua
Scopre quelle verità
Tracciate da un assiduo comportamento
Accentuate da un’atavica abitudine
Di trattenere a sé i sogni
Compromettendo questo conversare
Instancabile e sincero 

lunedì 15 agosto 2016

Sfioriscono le rose

 
 
 
 
Sfioriscono le rose
Ma io non posso impedirmi di pensarti ancora
Ho autorizzato mente e cuore in questo cercarti
Ogni giorno guardo verso oriente
E mi rattrista molto il tuo silenzio
 
Ascolto con ansia i messaggi nel telefono
Sperando nella tua voce
Un accavallarsi di emozioni consumano il tempo
Mentre cerco di mettermi al riparo dalla luce del sole
Coinvolgente troppo per questi occhi spenti