sabato 30 giugno 2012

A Loris






Ecco i tuoi papaveri, per un compleanno  che sappia  donarti i profumi di una volta.
Buon compleanno sorellina.



Tua

mercoledì 27 giugno 2012

*****





Non parlare - non mi è di aiuto la tua emozione
Mi ricorda la mia che presso la musa eccede
Non parlare - resta silenzioso
Ho con me tutto ciò che serve alla memoria
Una poltroncina rossa
Un viso dolce che si offriva a quella consuetudine 

Non parlare
Rispetta i miei silenzi
Questa vita
I suoi sentimenti
Sovente si affatica con le onde
Cercando il suo granello sfuggito  

Non parlare
Sei ancora mio ospite
E’ un’abitudine che non voglio disattendere
Ogni giorno è nuovo
E l’erba è sempre rinascente
Sai – sono più grande e meglio imparo il mondo




asia

lunedì 25 giugno 2012

******




Insieme nello stesso incanto


Ho concesso all’anima
Quel tempo necessario
Per annunciarle
Di lasciarsi cogliere all’improvviso
Nuovamente

Con occhi svegli
Su atmosfere irreali
Muovo verso un’ombra
Icona immobile

Ti rivivo ancora
Proprio come la prima volta
Senza ottenere di più
Con fare sognante
Accendo un’altra sigaretta

Gesti pigri
Lenti
Intuizione di qualcosa
Mentre confido
Nel ritorno



asia

giovedì 7 giugno 2012

*****





Amica mia, bella come questa rosa.
Troppo stanca io per scrivere altro...
Felicitazioni ancora.
Asia

mercoledì 6 giugno 2012

*****




Cumuli di te lasciati ai ricordi - ovunque
Inconfondibile voce
Unico nel profumo della pelle
Non perderai l’essenza nel tempo
Non voglio nemmeno pensarlo

 
Come un ruscello costeggio il tuo spazio
Chiedendo asilo al tuo mare
Sosterò poco
Giusto il tempo di raccogliere le mie forze
Rubarti un altro sorriso
Da portare in viaggio con me
Verso l’accadere

 
Affiora spesso l’idea
Poi mi ravvedo subito
Non appartengo a nessuno
Amore completo alla musa
Del resto l’ho già fatto
Sì – desidero copiarmi


Sbatterà forte il vento - ma non avrò paura
Ricorderò quel tempo sostando nei silenzi
E quando avrò la sensazione di sentirti accanto
Cercherò un’intimità con l’assoluto

Resterà per me la cosa più vicina che ho avuto
La più cara - la più preziosa
Purtroppo a oggi - seguo altre meditazioni
Ho molto amato - Sì ho molto amato
Nel mio cuore nessuno è secondo
Credo di non aver mai ferito né umiliato alcuno
Non conosco altre ragioni


Ho compreso i tuoi silenzi
La tua delicatezza non può ferirmi
Adesso posso sfiorare i fantasmi
Adesso posso allungarmi con loro
Immaginando chi ho amato


Immaginando te - sfiderò la notte
Tappezzando di blu le pareti amate
Tu - amati del mio stesso amore



(Amo ripetermi...)
Asia

venerdì 1 giugno 2012

*****




Ho seguito solo nella tarda adolescenza il richiamo
Non l’ho mai tradito
Nemmeno ora che le rimembranze restano tutte
Seppure avvolte da un drappo di malinconia
Per le persone care che troppo presto ho perduto

Sperimentando così quelle virtù vissute in famiglia
Cimentandomi
Quant’è lontano quel tempo
Com’è distante la gioia 

Non oltrepasserò il maestro di studi
Lui era un grande
Solo in cuor mio plaudo lo sforzo
Per la rielaborazione
Gli apprendimenti che ancora oggi indosso

Ricordo come cercavo una guida - una scuola
Ritrovando in quell’enunciato me stessa
L’entusiasmo dell’età giovanile
Costantemente ricercato qui
Nel mio piccolo “universo”

Intendi tu quello che è taciuto
È un mondo particolare
Ti è davanti senza mistero
Sentiti attratto da tanto cuore
Tutte le sfumature ti appartengono
Adesso come allora
Soffiano ancora verso di te


Chi può dire se non io stessa
Quanta sofferenza in quel distacco
Ricordo che nessun rumore la disturbò
Nessun rumore
Nemmeno il fischio del treno l'ha rimossa
Comprendi?




asia