venerdì 28 dicembre 2012

*****






Sì - le parole hanno un’anima
Non scompaiono
Vivono nel cuore di chi le ascolta
Aleggiano nell’aria
Nel lamento del vento
Che gonfio le agita tutte intorno al colle
Incorniciando le immagini
Con la forza del ricordo



asia

martedì 25 dicembre 2012

Un vecchio testo...



Poi - calati in questa terra
Osserva le radici profonde di questo fiore
Non è mai nato - né ha mai visto la luce del sole

Un po’ alla volta - portati giù
Finché la terra scopra le sue radici
Sin dove i bulbi assimilano la forza

Ricordati di ammirare la sua piccola corolla
E’ solo accennata - E’ solo accennata
E’ un bocciolo rifiorente
Ammirane i piccoli e miniscoli petali
Il loro delinearsi nei tenui riflessi

Memorizzane la forma
Le diverse colorazioni secondo il suolo
Lui si adatta alle circostanze
E’ una sua peculiarità
Chiudersi e schiudersi a comando
Così - come al soffio vitale della tua anima
O al tocco lieve delle tue mani

Piegati - lo sentirai attraverso l’olfatto
Molto di più sulla tua stessa pelle
Non svanirà l’essenza - Portala con te
Ti sarà governo - portala con te
Ti assomiglierà nello spirito
Portala con te come una percezione
O un intendimento

Immaginala qui  - di fronte a te
 - come quella sera -
Con quel sorbetto al limone
Che non sapeva degustare
E’ così che voglio nascere un’altra volta
Un fiore solitario per catturare la tua attenzione

Il più bello - Il meno visto
Il più rifiorente
Con radici profonde
Profonde - da non temere la siccità
Né l’arsura del giorno
Né i ghiacci dell’oscurità

“Tale è il tuo verso a me - divin poeta" 
 


 
 
Buon Natale



asia





 

lunedì 17 dicembre 2012

*****




Non le dimenticherò
Quelle altimetrie
Né la veduta erbosa dei colli
Meraviglie
Modestamente descritte da una matita silente

Panorami
Nelle vicinanze di un’anima
Trovata sulle rive del fiume
Ha un debole per i ricordi
Che accarezza tra le polveri del tempo

Facile percorso sempre nuovo
Rifiorente
Come il biancospino tra le rocce
Per ogni istante di vita
Si annuncia la nostalgia

Contributo modesto
Al magnifico quadro
Filtrato dagli occhi
Nel digradare lento dei colori
Resi evanescenti dalla memoria

 
 
 
 
Asia 

mercoledì 12 dicembre 2012

*****

 
 
 
 
 
 
 
Melagrane avvizzite
Corbezzoli – olive
Sottratti alla galaverna
Rimangono nella cesta
Un abete attende ornamenti
Traboccante d’amore
Attende il Natale


giovedì 6 dicembre 2012

*****





 

Te lo proferisco adesso
Non dimenticherò la tua vicinanza
Ogni ora con te è stata bellissima

 
Grazie



venerdì 30 novembre 2012

Non ho che te


 
 
 

E’ troppo folto il bosco
Troppo silenzioso
Tu parlami di lui
Delle sue fragranze
Perché io possa apprezzarne i legni


asia
 

 

sabato 17 novembre 2012

A Ilaria





Con lievi tratti di matita scrivo questi auguri nell’aria
Dove una piccola adolescente prende commiato dal nido
Per assurgere a un giovanissimo ruolo di donna
Un cielo azzurro Ilaria
Un volo di gabbiani per te
Dove solo le stelle sanno decifrare il messaggio
E le emozioni restano tutte nel tuo dinamico cuore

 

Infiniti auguri.
 
 
Asia 

venerdì 16 novembre 2012

domenica 4 novembre 2012

Così tenace...




Ho cominciato tanto tempo fa
Ma non ho ancora esaurito l’acqua del mio pozzo
I pensieri hanno sofferto
Ultimamente hanno verificato più volte il dolore

Nessun appagamento in questo
Ho temuto per la mia stessa vita
Attendendo il verdetto
Ho aggiunto sale alle ferite
Chiedendo al cielo in quale spazio fossi

Smisurata la richiesta? Forse
Ma la gioia tarda a farsi spazio




asia

domenica 28 ottobre 2012

“L’evento non può mai essere pari all’attesa”




Seguiterò a guardarmi intorno senza timore
Senza consecutive risposte
Bisbiglierò alla luna questo mio provare
Lei sì - mi starà sentendo
Non sarà distratta - né taciturna
Non cercherà sostegni
L’anima è pressoché stabile
- più non ritorna in questa impalcatura -

Negli sforzi congiunti in questo cuore
Nei segreti di questa smisurata meraviglia
Nell’immaginario
Nella potenza della scienza
L’incanto vive in quell’appagamento

Correrà incontro al suo rifugio
Sfoglierà petali colorati
Affiderà il messaggio al timido
 - nontiscordardimé -

E’ fugace questa vita
Ti ha idealizzato in una bollicina di champagne
Dolce e frizzante
Tutti quelli che amano sono coinvolti
Tutti quelli che amano possono trattenersi

E’una piccola esistenza ormai affaticata dai sogni
Che perdono chiede
A tutti quelli che hanno notato solamente
Un’ evanescente presenza

 
 
 
asia


 

mercoledì 24 ottobre 2012

Non c'è più tempo

 
 



Non c’è più tempo
E questa vita chiede asilo al restante
Ai giorni che verranno
A quella particella d’infinito che occupa nello spazio

Ho pensato a te una vita intera
E ora – invece di vivere – muoio
E’ vero – ho affidato alla libertà questo mio dire
Al sogno di custodire le tue notti

Da qualche tempo vivo lontano dai fragori
Addestrando il cuore alla spiritualità
In un lontano eremo
Tra le fatiche della quotidianità ho imparato a pregare
Elevandoti
Su di un altare di pura delicatezza


asia

martedì 23 ottobre 2012

Anamnesi


 
Lungo la strada non sono sola
Assieme a me viaggiano le memorie
Grembiulini blu ben lavati e fiocchi bianchi
Cartelle profumate di leggerezza
Libri - quaderni - matite ben temperate
Pennini per l’inchiostro - carta assorbente
E manine macchiate per l’inesperienza
Riaffiorano qui - alternandosi
Fra l’ampia valle dove la campagna
È solcata da immagini care - belle
Come solo l’adolescenza
Sa donare nella spensierata certezza
Ricordo i miei compagni
Marcello, Gianni, Ivano, Graziella, mia sorella Loris
Insieme percorrevamo quella strada
Raccogliendo viole a primavera
Bacche colorate in autunno
Legna secca per la scuola
Sì - canto la fanciullezza
Gli anni benevoli dei nonni
L’amore di mamma e di papà
Rumoreggiano ancora tra il querceto
In quel campo dove gli ulivi portano ancora frutti
Oggi raccolgo foglie - piccoli fronde di ginepro
Edera, tralci di ulivo, muschio per il Natale
E la mia faccia è bagnata
La detergo dilatando i ricordi
Sotto di un cielo ancora blu
Saccheggiato soltanto della mia fanciullezza
 

sabato 20 ottobre 2012

L’Infinita siepe


 

Quasi distratta osservo l’infinita siepe di ligustro
Un po’ accartocciata dal caldo
Ingiallita appena dall’obliquo raggio

Sembra sognare la brezza del mare
Ed è un silenzio velato da nebbie leggere - impalpabili

Dettagli - sotto un cielo più azzurro
Libera di accendere il ricordo
Tu mantienilo con te

E’ un’ impresa necessaria
Provo modestia
Ma il cuore ha deciso
- così intende motivarti -



asia
 

martedì 9 ottobre 2012

*****


Ho sentito freddo
Dopo aver teso l’orecchio alla tua sofferenza
Così come ho ascoltato il rumore del silenzio
Quasi una tormenta - il tuo racconto

Impensierita – ho acceso un’altra sigaretta
Cercando di decifrare il tuo disagio
Afferrandolo per mano
Coglierlo come un fiore
Sfruttando l’occasione di sentirti un po’ più mio

Ti ho stretto a me
Manifestandoti asilo
Ascoltando il tuo cuore
Cedevole – pauroso
Schernito da eco

Derisione ripetuta qui un’infinità di volte
Con toni diversi - eccedeva sicura
Nonostante il sentito sbiancato
Pronto a suggellare un patto
Segreto anche all’anima

 Investigazioni importanti
Adattate a questa fantasia
Voce delle cose più belle
Annotate sull’illusione chiamata amore

 
 
asia

giovedì 4 ottobre 2012

*****


...Ritorna familiare quel percorso
Dove ogni sasso racconta il suo passato
Immagini
Memorie lontane fra storia e folklore
Approvo quel “qualcuno” che ebbe a dire

“Nulla di più bello – nulla di più vero”
 
 
 
 
 
asia

 

 

giovedì 27 settembre 2012

Sai...

 

Sai - ho ancora paura
Nutro ancora quel timore
 - tu non comunichi e questo m’inquieta -
La tastiera è incerta nella scelta delle lettere
Ho affidato alle mani questo mio pensiero
Più precisamente alle dita
Tutto ciò che emoziona questo cuore
Tutto ciò che sa individuare
Nei colori dell’anima 

Vivo nel terrore di non saper cogliere l’attesa
Di non saperti lambire - di non conoscere quel parlare
A volte - ho paura anche dei miei sogni
Loro rivestono le mie tenere visioni
Così - fisso i tasti del computer
Uno in particolare
L’affido alla mano sinistra - è lì
Il tuo nome è in quella iniziale

Non puoi vederla tu – ma l’affetto è tutto nella piccola iniziale
E l’io - stana sempre quel tuo osservare
Così fermo - così severo

Il cuore non smette di credere - conosce quelle tue preferenze
E sa cosa guardano i tuoi occhi 
Ti vede sai? osserva la tua penna scrivere 
E la sua insicurezza diventa fiducia
 
 
 
asia

 

venerdì 21 settembre 2012

*****



 
 
Brevemente ho annotato questo giorno
Quello che ho portato a termine
Le inevitabili interruzioni
Le parole scritte e no

Quello che ci siamo detti

Sono ancora qui i vocaboli

Eco li rammenta
Ne avverto ancora l’emozione
Intanto che si allontanano
Tornano le luci a illuminare la valle
E’ sera - completamente complice
La avverto a ogni passo
Inciampando nei pensieri
Mentre venero il tuo nome  

Sarò prudente
 - non ti svelerò in quest’agitazione -
Non più di tanto
Piccoli gesti senza affanno
Nell’assicurarti il ricordo

Sarebbe ancora una cicatrice in più
Meglio restare in silenzio
Sai - sono molte le cose che ho di te
Che amo di te
Non tutte - ma molte sì
Buona notte giorno




asia
 

  

 

 

lunedì 17 settembre 2012

mercoledì 12 settembre 2012

Invaghisce sai?



Ascolto i tuoi silenzi
Mi fanno sentire di meno i miei
Con devoto asservimento
Con poetica rassegnazione
Tutto si riannoda a te
Con la sola forza dell’attenzione

Tu in ogni mia realtà oggettiva
Nella mia anima
Nel mio messaggio verbale
Ti parlerò – consumando tutte le possibilità
Attraverso questo pensiero e le notti stellate 
 
Ti racconterà ancora di questa piccola esistenza
In cerca sempre di quell’abilità…
Di altri cieli tersi
Tuttora – attraverso questo affaccendarmi
Sarai celebrato
 
Nonostante te - auspichi per me – nuove fonti d’ispirazioni
Non sarà così - vorrei volare verso quel senso di libertà
Verso l’ampiezza dell’immaginazione
Nascosta ai tuoi occhi
Portandoti con me

Tu - non puoi esercitare per me questa volontà
Non puoi ingiungermi di muovere verso un altro sguardo propizio
Ho la mia Musa - difendo l’impegno -
Non si scomoderà per arrecarti dispiacere
Solo per ricomporre l’armonia 
 
Ho bisogno di viverla
Di possederla tutta
In questa landa deserta
Vasta -  come la tua conoscenza -
Dove anche i piccolissimi germogli radicano
E lei non è mai distante 

Invaghisce sai?
 
 
 
 
 
asia

lunedì 10 settembre 2012

Silente l’anima sull’argomento


 
 

Non mi riciclerò all’infinito
Né suiciderò la mia autostima
In quest’amore tiranno
Ricuserò quegli elementi che  colpevolizzano l’Io
Non sarò censore di me stessa

Hai doti eccellenti - Tu
Non possono derivarne sentimenti di sfida
Non ti presti alla rabbia
Né al rancore
Non focalizzerò più l’attenzione in quest’amore
Ingigantendone i pregi
Esagerandone i difetti
Nessun amore è perfetto
Nessun uomo è di te migliore

Ho con me la tua polvere di stelle
Sfiorandola - l’ho appena consegnata “all’orecchio della notte”
Assurdità - follia - alterano ogni mio dire
Silente l’anima sull’argomento
Iniquo calcolo in questa calda estate



asia

giovedì 6 settembre 2012

Esilità




Lungo gli argini del lago
Tra gli amati alberi ancora verdi
Ondeggia questo pensiero
Nella zona più esitante della memoria
Sfuggendo a quelle perfezioni

Universalità
Quasi a voler coprire chilometri
Nella tua direzione
Ascolto i miei passi
L’inconsistenza culturale

Quanta tenerezza fluisce verso di te
Nel devoto quaderno
 
La accogli?



fm