lunedì 2 gennaio 2012

Conquisterà l’élite

Con me non è necessaria indossare quella maschera
Né sollecitare le difese immunitarie
Sono un aggregante
Io – l’aspirinetta per la patologia dei cuori infranti

Con me va bene essere se stessi sempre – uomo/ragazzo
Con me puoi piangere - dare spazio alla tua rabbia
Con me puoi dividere le gioie
Davvero - puoi
Non è forse nell’uomo peculiare la ragione?

Ti sono amica sincera - spassionata
Ti sono carezza
Ti sono poesia
Ti sarò guida

E’ un amore totale il mio
La sua semplicità è disarmante
Conquisterà la massa
Con rapidi progressi - conquisterà l’élite

Perdona l’ambizione - l'io - tende ad arrestare le guerre
Ad azzittire i cannoni
A rendere libero il kamikaze
A inchiodare alle sue responsabilità il tiranno

Io – ex figlia dei fiori - sì ragazza di quel tempo
Tuttora ama l’amore che non sa sfiorire
Sì - amo l’amore
Delle ore tristi attenuo il ricordo
Pernottando in strade campestri
Tra i mirti e melograni in fiore

Non amo piangere sulle mancate attenzioni
Ve ne saranno altre - più vivaci – più dolci e deliziose
Amo la sveglia che segnala nuovo il mio dì
Amo chi non sa nascondersi dietro la rinuncia
Amo la possibilità - la notte - il giorno a seguire
Amo chi lotta per un pezzo di pane
Sono con lui - mi precipito sempre

Amo gli accenti dell’anima
Amo distrarmi in pensieri profondi
Amo i tuoi boschi che delimitano il mio prato
Amo il tuo ideale
Amo dar vigore alla vita
Con serenità nella tempesta
Amo andare incontro al mio dì senza paura

Non impoverirò amandoti
Mi arricchirò di te - della tua anima
Lei non ama il denaro - fedele alle sue origini bucoliche
Ghermirà ancora ranuncoli

Fantasia
Chi può comprare un tramonto?
Chi può aggiungere vita alla vita?
Chi può sfuggire all’unica certezza?
Quale regnante o semidio terreno può?

Allarga la visione che hai del mondo
Non spingerti oltre – oltre è solo vizio
Vizio lettore
E la luna non è soltanto un cono d’ombra
E’ luce nelle solitarie notti

Lo so – puoi dire che sono sottigliezze
Ma non ti volterò le spalle
Avverto reale questa tua presenza
Mi scorre dentro come ninfa vitale

Fantasia – ninfa dal colore esuberante
Osserva i suoi giorni
Ama le sue labbra
Ama il suo gran cuore
Imprigionato com’è dal tedioso ricordo






lago_dei_cigni
10-07-03

4 commenti:

  1. Grazie Sara. Benvenuta qui. Franca

    RispondiElimina
  2. Colgo l'occasione per ringraziare Luigia e, naturalmente,Shadow. Grazie Amiche e benvenute qui. Franca

    RispondiElimina