venerdì 12 novembre 2010

*****







E tu mi pensi mai?

Ti penso sai
Complici i giorni di pioggia
I teneri ricordi – che ancora oggi
Adescano l’anima
In questo autunno da vivere

L’anima ha stravaganti ripari
Ricorda come le ore scorrevano felici
Forse tu più non ricordi

Più non hai memoria per i giorni di miele
Eravamo felici
Felici delle sole emozioni
Ci bastava il Cielo

Nomadi
Attraversavamo guadi - Rugiade
Raccogliendo sassi (cimeli a questo amore)
Recidendo piccole ornature
Era oro quel nostro stare insieme

Continuavamo abbracciati
Su percorsi impervi
Felici – del nostro affetto
Aggrappati a quella felicità
Strappata alle convenzioni
Consapevoli del nostro incontrarci
Voluto
Sofferto
Noi Due piccoli compagni
Non avevamo scampo
Noi vivevamo il presente
Inatteso dono della Natura

Ricca di quelle fragili sfumature
Di cui ancora oggi vive questa tenerezza
Nutrendosi di bacche spontanee
E di stelle cadenti



Asia

2 commenti:

  1. Grazie Marica, ho appreso solo ora del tuo intervento qui.
    Benarrivata. Asia

    RispondiElimina